Capelli sciolti addio, il must have dell’Estate 2015 è la coda di cavallo

1
331

Ho sempre avuto capelli lunghi ed anche nelle giornate più calde ed afose, non ricorro mai a pettinature alte, la folta chioma riccia non può essere “rinchiusa” tra elastici e forcine. In rare occasioni decido di legarli in una coda di cavallo alta, che mi permette di unire in un unico punto anche le ciocche più corte.

Un’acconciatura a mio avviso molto semplice, eppure è riuscita a classificarsi tra i must have dell’Estate 2015.

La coda di cavallo è stata avvistata un po’ ovunque, c’è chi la preferisca bassa e improvvisata e chi invece dedica molto tempo alla creazione di una pettinatura alta e ben fatta. Io faccio parte di questa categoria, legare i capelli non è mai una pratica veloce, impiego tanto tempo per poter avere una coda a metà testa priva di ciocche svolazzanti o pettinate male.

Per ottenere il risultato desiderato abbasso il capo in avanti, con entrambe le mani raccolgo i capelli in un unico punto al centro della testa e poi con un pettine o una spazzola rimuovo i nodi o i capelli ribelli nella parte superiore della  chioma ed anche dietro, proprio al di sotto della coda di cavallo.

Quando credo di aver ottenuto una bella acconciatura, rialzo la testa (Mantenendo sempre la coda), sistemo le eventuali imperfezioni, e blocco i capelli con un elastico.

In caso ci fossero ciuffetti che non possono essere racchiusi nella coda, li blocco con delle forcine e, in un ultimo, domo i capelli ribelli con della lacca, che spruzzo nella parte superiore della testa ed anche in quella posteriore, proprio al di sotto della coda di cavallo.

Pochi passaggi per diventare delle icone di stile e per tirare un respiro di sollievo in quelle giornate così calde che non ci permettono di sopportare le lunghe chiome che sfiorano spalle e schiena.

Coda si o coda no? Io dico coda si!!!

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here