Come si diventa Make-up Artist? | Leggi e percorsi formativi

0
590
Make-up

Diventare un Make-up Artist è il sogno di molte persone (E non parliamo solo di donne). Qual è il percorso da seguire?

Prima di addentrarmi nel discorso, voglio dirvi che tratterò l’argomento limitandomi solo alle norme che regolano la professione e al percorso “consigliato” per chi vuol intraprendere tale strada.

Che ruolo svolge un Make-up Artist?

Il truccatore è una figura professionale che opera nell’ambito della bellezza. Il ruolo principale è quello di “lavorare” sul viso delle persone, utilizzando ogni genere di cosmetico ed avvalendosi di specifiche tecniche.

Un tempo, i principali volti su cui lavoravano i Mua, erano i personaggi famosi, oggi invece vengono richiesti anche al di fuori del mondo dello spettacolo.

Come si diventa Make-up Artist?

Il percorso consigliato prevede il conseguimento di un attestato, rilasciato da un ente riconosciuto.

In realtà, per la figura del truccatore, non esistono titoli validi, in quanto nel nostro Paese non c’è una legge che regolamenta la professione del Make-up Artist. Per tal motivo, non occorrono esami professionali o titoli specifici per poter esercitare.

Il settore trucco è diviso in due settori ben distinti che teoricamente non potrebbero e non dovrebbero intersecarsi a livello di lavoro.

1) Trucco Artigiano: regolamentato dalla legge 1/90 (Estetica) e sue modificazioni e dalla legge sulla cosmetica L. 11 ottobre 1986, n. 713 e successive modificazioni (DLgs 10.9.1991, n. 300; DLgs 24.4.1997, n.126 e Dlgs 15.2.2005, n.87).

2) Trucco Professionale per lo spettacolo: regolamentato dai vari contratti nazionali del settore. (ma non esiste una legge nazionale per il suo riconoscimento giuridico) L’eventuale formazione, non obbligatoria, è ancora riconducibile alla legge quadro 845/78 di cui alcune regioni ne hanno legiferato gli applicativi

Fonte Antep

Spiegando meglio il primo punto, riprendo sempre l’Antep, Associazione Nazionale Truccatori – Estetica Professionale e Spettacolo:

In breve il primo recita che il prodotto cosmetico (trucco) deve essere applicato – sull’utenza finale (cliente) dalla figura professionale dell’estetista o da figure similari identificate da apposite leggi

Scuola di Estetica

L’unico modo per poter esercitare la professione di truccatore (Così come quella di Onicotecnica), è frequentare una Scuola di Estetica, con relativo conseguimento di un attestato al termine dei tre anni previsti. Tale formazione, com’è immaginabile, non prevede però studi strettamente dedicati al make-up.

Conclusioni

E’ chiaro che la figura professionale del Make-up Artist, almeno per ora, non è riconosciuta nel nostro Paese e, di conseguenza, anche la migliore Accademia, non potrà mai fornirvi un titolo valido per l’esercizio della professione.

In parole davvero semplici, è possibile esercitare senza titoli o iscrizione ad albi specifici.

È dunque inutile frequentare corsi o Accademie?

A quest’ultima domanda dedicherò uno spazio a parte, per spiegarvi cosa ne penso delle Accademie, di eventuali corsi specifici e della possibilità di percorrere questa strada senza conseguire alcun titolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here