Dry manicure o manicure russa, cos’è la tecnica a secco?

0
838
Dry manicure

La Dry manicure o manicure russa è una tecnica a “secco”, ma cos’è e come si realizza?

Nell’ultimo periodo è sempre più diffusa la dry manicure, letteralmente “manicure a secco”. A dispetto di quella classica, per la pulizia del giro cuticole, non c’è impiego di acqua.

Solitamente, per facilitare la rimozione delle pellicine, le mani vengono immerse nell’acqua e solo successivamente si procede alla manicure. Tale passaggio però sembrerebbe ridurre, di gran lunga, la durata dello smalto.

Dry manicure
Credit @tilde.desiderio_nailartist

Dry manicure

Per l’esecuzione della dry manicure, conosciuta anche come manicure russa, servono strumenti noti, come spingi cuticole, tronchesine, forbicine e lime. L’elemento però fondamentale, sono le punte diamantate per la fresa.

Con l’ausilio di questi strumenti è possibile sollevare ed asportare l’eponichio. Così facendo la zona cuticole avrà un aspetto più regolare e pulito, l’unghia guadagnerà alcuni millimetri di spazio e si potrà applicare lo smalto o il gel quanto più vicino alla pelle.

Un risultato sicuramente esteticamente molto bello ma, attenzione, la manicure russa ha anche dei contro da non sottovalutare!

I contro della dry manicure

L’eponichio (Conosciuto anche come cuticola o pellicina) aderisce alla lamina ungueale e, impedendo il passaggio di funghi ed ogni genere di agenti patogeni nella radice, limita infiammazioni ed infezioni. Dunque, rimuovendolo completamente si espone l’unghia ai microorganismi.

Dry manicure
Credit Dr. Luciano Schiazza

La dry manicure è dunque sconsigliata?

È chiaro che, per pura vanità, non si possa mettere a rischio la salute delle nostre unghie ma, tuttavia, c’è un modo di realizzare una manicure russa poco invasiva.

La tecnica a secco può essere realizzata, sempre con l’ausilio degli strumenti sopracitati, senza recidere completamente l’eponichio. Quest’ultimo può essere spinto, abbassato, lievemente trattato con la punta diamantata, ma mai rimosso.

Dry manicure
Credit @tilde.desiderio_nailartist

La scelta dell’operatrice

Una dry manicure non invasiva è dunque consigliata ma, attenzione, per la sua realizzazione bisogna affidarsi ad un’operatrice preparata. Purtroppo, non tutti offrono dei servizi possedendo reali competenze.

Una persona non esperta potrebbe creare grandi danni alle vostre unghie e la loro salute non va assolutamente sottovalutata!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.